Magica Islanda

Prendendo spunto da un post con il quale la nostra amica Silvia Serugeri qualche tempo fa faceva riferimento ai tatuaggi Vegvisir, ho iniziato il mio ennesimo viaggio di scoperta, questa volta tra le leggende di elfi, fate e troll che, seppur nel XXI secolo, ancora popolano numerose la fantasia della gente d’Islanda, paese avvolto dalla nebbia di un misterioso fascino nordico che un giorno non troppo lontano spero di poter visitare in compagnia di mio figlio.
E così ho scoperto che non solo il Vegvisir è tra i simboli più tatuati in Nord Europa ma anche che, a corredo di quelle che potrebbero sembrare semplici credenze popolari, esiste una vera e propria letteratura composta da manoscritti e testi di magia.
Tra tutti il più famoso si intitola Huld, conosciuto anche come il “manoscritto oscuro”.
Huld è un grimorio, cioè un libro di magia sul quale, utilizzando come mezzo espressivo l’alfabeto runico, troviamo annotate corrispondenze astrologiche, liste di angeli e demoni, istruzioni per creare incantesimi, preparare medicine e pozioni, invocare entità soprannaturali e fabbricare talismani.
Per certo sappiamo soltanto che Huld fu scritto da Geir Vigfusson nel 1860. Tutto il resto, comprese le fonti da lui utilizzate, rimane un mistero.
Il simbolo magico più rinomato e tatuato del manoscritto Huld è il Vegvisir di cui si narra che

“portato con sé, una persona non perderà mai la propria strada, nelle tempeste
o nel cattivo tempo, anche quando la strada non è conosciuta”

Salito alla ribalta ai giorni nostri grazie alla cantante islandese Bjork che lo porta tatuato sul braccio, la leggenda narra che i vichinghi islandesi lo intarsiassero nel legno delle loro navi come forma di augurio per non perdere mai la rotta e orientarsi anche nelle peggiori tempeste.
All’interno del “manoscritto oscuro” ho trovato anche altri simboli ed incantesimi dal significato piuttosto inquietante. Sopra tutti il Killing Rune, così chiamato perché se nascosto lungo il sentiero che il nemico era solito percorrere, lo avrebbe portato a morte certa, e in breve tempo (!).
Strana, verrebbe da pensare, la presenza di questo aspetto oscuramente esoterico e malvagio all’interno di un universo fatato e amato dai bambini ma, come in tutte le favole che si rispettino, c’è sempre la strega cattiva…

Cristiano Riccio
per
Tatuati indipendenti💀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *